Nico D'ascola | DDL UTERO IN AFFITTO
1285
single,single-post,postid-1285,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.1.2,vc_responsive

DDL UTERO IN AFFITTO

20 giu DDL UTERO IN AFFITTO

“Fino a 5 anni di reclusione e 2 milioni di euro di multa per chi ricorre all’utero in affitto anche all’estero”
“Chiunque organizza o pubblicizza la commercializzazione di
gameti o di embrioni è punito con la reclusione da 1 a 3 anni e
una multa da 600 mila a una 1 milione di euro. Chi ricorre alla
maternità surrogata è punibile con la reclusione da 2 a 5 anni
e la multa da 1 milione e 200 mila a 2 milioni di euro. Altresì
quando il fatto è commesso all’estero. L’utero in affitto è punito in Italia dalla legge 40 – ha spiegato il senatore di Ap Nico D’Ascola -. Ciononostante,questo è il punto, è un divieto eludibile, queste pratiche sono addirittura pubblicizzate. Sorge una questione giuridica semplice, non si puó punire in Italia ció che è commesso
all’estero. Questo porta all’introduzione di una disposizione
che renda punibile la violazione dell’articolo 12 della legge
anche se commesso all’estero”