Nico D'ascola | Il presidente Nico D’Ascola è intervenuto al convegno sulla “Responsabilità del medico e della struttura sanitaria. Dopo la legge Gelli-Bianco” presso l’Università Mediterranea
1884
single,single-post,postid-1884,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.1.2,vc_responsive

Il presidente Nico D’Ascola è intervenuto al convegno sulla “Responsabilità del medico e della struttura sanitaria. Dopo la legge Gelli-Bianco” presso l’Università Mediterranea

15 set Il presidente Nico D’Ascola è intervenuto al convegno sulla “Responsabilità del medico e della struttura sanitaria. Dopo la legge Gelli-Bianco” presso l’Università Mediterranea

Nel corso del convegno il presidente Nico D’ Ascola ha affermato:”Il raffronto tra le due disposizioni normative è complesso. La legge Balduzzi esclude la colpa cosiddetta lieve ma lascia in piedi la riscontrabilità della colpa grave. La legge Gelli-Bianco introduce una vera e propria causa di non punibilità. Il raffronto tra le due disposizioni non interviene solo sulla intensità della colpa, ma anche all’interno delle forme di manifestazione della colpa. Il tema della forma di manifestazione della colpa suscettibile di una differenziazione, rispetto alle altre forme della colpa, è un tema classico. Il legislatore penale parla di imprudenza, negligenza e imperizia non a caso, perché si tratta di forme di manifestazione della colpa tra di loro fortemente differenziate”.